INFORMAZIONI SULLA CARTA ESSN

La Turchia ospita il maggior numero di rifugiati al mondo, per un totale di oltre 3 milioni di rifugiati registrati.

La maggior parte proviene dalla Siria, ma ce ne sono anche da Afghanistan, Iraq e Iran. La maggioranza non vive nei campi, ma nelle aree più povere delle città turche. Anche se al sicuro dalla guerra, molte famiglie vivono in condizioni difficili e fanno fatica a costruire una vita stabile e normale.

La Rete di sicurezza sociale di emergenza (Emergency Social Safety Net – ESSN) ha lo scopo di aiutare le famiglie di rifugiati più vulnerabili. Il programma fornisce ai rifugiati la carta di debito ESSN: la carta offre accesso a una somma di denaro fissa mensile, utilizzabile per acquistare ciò di cui le famiglie hanno più bisogno, come cibo, carburante, affitto, medicine e bollette. I rifugiati ricevono 120 lire turche (circa 28 euro) per ogni membro della famiglia.

La carta ESSN può essere utilizzata nei negozi come una normale carta di debito. Ma non è soltanto denaro. Rappresenta anche il riconoscimento che, nonostante le difficoltà, i rifugiati hanno il diritto di scegliere come gestire le proprie vite.

Il programma ESSN è il risultato di una collaborazione tra Unione europea e Turchia, implementata dal Programma Alimentare Mondiale e dalla Mezzaluna Rossa turca in stretta collaborazione con il Ministero per le famiglie e le politiche sociali, il Ministero dell’Interno, la Direzione generale per la gestione della migrazione e l’ente che gestisce emergenze e disastri del governo turco.

Il progetto ESSN è il più grande programma umanitario mai finanziato dall’Unione europea e sfrutta l’esperienza del Programma Alimentare Mondiale nella gestione su larga scala di programmi basati sulla distribuzione di denaro nel Medio Oriente e altrove. Finanziato tramite un budget iniziale di 348 milioni di euro, il programma ESSN intende raggiungere oltre un milione di rifugiati in Turchia nel 2017.

Il programma prende slancio dallo spirito di ospitalità e generosità dimostrato dai cittadini e dal governo turco nei confronti dei rifugiati. È un programma unico proprio perché implementato mediante strutture e sistemi governativi. Su una scala senza precedenti, organizzazioni umanitarie internazionali e servizi governativi stanno aiutando i rifugiati in Turchia in un modo efficiente, efficace e sostenibile.